Partitura

Dicembre 8, 2013 Posted by Tracce, επιμελεια - Epimeleia 0 thoughts on “Partitura”

Bisogno : contenitore
Desiderio: con – tenuto
credo che non siamo contenitori, altrimenti finiremo per aggrapparci agli altri solo per calmare dei nostri vuoti. Siamo piuttosto con – tenuti da con – tenere: tenuti insieme per Sostenersi/ci Accompagnandosi/ci
“Chissà perché il sentirci soli ci fa illudere di trovare riparo in ciò che pur se dolce ci rende soltanto dipendenti ma non meno soli né più felici”.
Il desiderio è bisogno di vivere veramente.
Sono stata educata all’essenzialità dei bisogni a non chiedere più del ” dovuto”….. è solo da qualche tempo che mi lascio prendere dal gusto del volere.
Il desiderio mi dà il senso della profondità, dello sconfinare, di un orizzonte che apre e contiene.
Bisogno di comprensione della complessità nell’etica dei legami, in particolare dell’amore.
Io penso che il bisogno nasca da una incompletezza che può essere riempita tramite oggetti o persone. Nasce da un sentimento di dolore di mancanza che ci illudono possa essere eliminato, saziato tramite qualcosa di esterno.
Il desiderio è la tensione a qualcosa a separare, indipendente da chiunque e da qualsiasi cosa .
E’ qualcosa che può essere raggiunto solo da se stessi .
Ho sempre avuto pochi bisogni e l’ho scoperto quando intorno a me erano poche le cose, in quel momento ero più felice.
Il mio desiderio è il viaggio, viaggiare sempre.
Il bisogno per me è qualcosa di Materiale, mentre il Desiderio è amore, speranza, sogno; si può fare a meno di ciò di cui si ha bisogno;
se non desiderassimo più la vita sarebbe finita.
Bisogno e Desiderio come due anime disgiunte di uno stesso essere, sentire.
Vita, amore e conoscere:
tre parole che uniscono bisogno e desiderio in una dimensione personale ed esistenziale, ma anche temporale e spaziale.
Due facce di una stessa medaglia, due diversità che si attraggono e completano.

Tags: ,