Gli innamorati di Napoli alla Grotta di Seiano

1779046_10207163228952801_5170637638637188330_n 10289889_10208687196365362_6032904384566998383_n

«Filosofia furori le mura» partecipa alla manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune della Città per la festa degli Innamorati. Domenica 12 febbraio ci ritroviamo alla Grotta di Seiano. Festeggeremo in anticipo il giorno degli Innamorati in uno dei suoi luoghi più gioiosi, splendidi e inquieti. Entreremo nella storia della Grotta e della Villa di Pollione, l’attraverseremo nell’eco delle voci che risuoneranno di parole innamorate lungo il cammino. Un passaggio in silenzio ci porterà poi al teatro della Villa antica dove si ascoltavano i versi di Virgilio e le parole dei filosofi di quella scuola.
Ci accoglierà la musica di Gabriella Grossi.
Parleremo di “amore e dolore”, perché l’amore non è senza il dolore e perché il dolore è ancora amore. Sentiremo dell’amore per i Greci e dell’amore per i Romani e di quanto differente fu il loro modo d’intendere la passione e la relazione tra gli uomini e le donne. Ascolteremo il racconto dell’amore di Didone, per arrivare alla violenza che suscita la fuga e la perdita del proprio amore che contrasta la passione, la devia e la violenta. Ci chiederemo del nostro amore, di quel che ne resta. Ci chiederemo dell’amore che ci spetta e che aspetta, di un altro amore e non di questo dolore.
Info e prenotazioni a :info@filosofiafuorilemura.it
Ingresso libero, prenotazione obbligatoria